Centro di Documentazione Giorgio Bertani

Il centro di documentazione intitolato a Giorgio Bertani è un progetto ospitato all’interno di Infospazio161. È aperto al pubblico tutti i Lunedì dalle 14.30 alle 19.30.

Il riferimento all’editore veronese è motivato da una conoscenza diretta che negli anni scorsi si è concretizzata, tra le altre cose, anche con la donazione di quotidiani e riviste facenti parte del suo archivio personale e che oggi rappresentano il nostro piccolo tesoro.

Il progetto consiste innanzitutto nella ricerca e nella catalogazione di materiali cartacei e multimediali inerenti il percorso delle realtà di movimento veronesi di ieri e di oggi, approfondendo le tematiche da esse trattate. con particolare attenzione all’antifascismo declinato in tutte le sue forme di lotta alle discriminazioni.

Foto: quotidiano L’Arena, anno 1970

Foto: quotidiano L’Arena, anno 1970

Nel breve perìodo apriremo un portale che vorremmo rappresentasse uno strumento di divulgazione di archivi e produzioni su specifiche tematiche, favorendo ricerche e memoria storica.

Il progetto è aperto a chi, condividendo lo spirito dell’iniziativa, desiderasse collaborare con il centro di documentazione. Inoltre facciamo appello a tutte e tutti per aiutarci a reperire materiali e contenuti, che possiamo facilmente duplicare restituendo gli originali.

Infine, ribadiamo che l’autofinanziamento, attraverso il tesseramento annuale e le donazioni da parte di chi apprezza il nostro lavoro e i nostri obiettivi, rappresentano il modo migliore per mantenere un’informazione scevra da condizionamenti ed ingerenze.

Potete contattarci via e-mail: infospazio161@tracciabi.li

 

SEZIONE ANTIFASCISMO. In questa pagina troverete  “La cronologia dell’odio” dal 1991 al 2019 oltre a quattro diversi dossier redatti negli anni: “Allarmi son fascisti!”, “Veronesi tuti mati”, “Verona città dell’amore dell’odio” e “A Verona tutta l’erba è uno (s)fascio”. In aggiunta una mostra fotografica sulle scritte nazi-fasciste nel territorio del veronese.